ZF avvierà la produzione del radar 4D in accordo con il Costruttore cinese Saic Motor Corporation. Con la tecnologia Full-Range Radar, le funzionalità di guida assistita e autonoma fanno un balzo in avanti – secondo l’azienda – grazie alla capacità di percepire l’ambiente circostante. E’ progettato per riconoscere in modo preciso pedoni e bordo della strada in città, strade extraurbane e autostrada.

Il Full-Range Radar sviluppato da ZF ha una risoluzione più alta dei radar mid-range, tipicamente di 12 canali (3 trasmettitori e 4 ricevitori). Nel Full-Range Radar il numero di canali è 16 volte maggiore: quattro chip Monolithic Microwave Integrated Circuit (MMIC) sono combinati per creare 192 canali disponibili. Quando abbinato a Lidar e telecamere, il radar ad alta risoluzione può contribuire a migliorare la sicurezza e l’affidabilità per la guida semi e altamente automatizzata, fino al livello SAE 4, afferma l’azienda. “Il Full-Range Radar di ZF rappresenta un importante passo in avanti nelle tecnologie di rilevamento” spiega Christoph Emarnat, Executive Vice President ZF Electronics and ADAS division. “Con i suoi alti livelli di riconoscimento di oggetti e scenari e il rilevamento a lunga distanza, il Full Range Radar è determinante per contribuire agli elevati requisiti di percezione richiesti dai Livelli 3 e 4 di guida automatizzata”.

La tecnologia Full-Range Radar effettua 4 misure ad alta risoluzione: distanza, velocità, azimuth (orizzontale) ed elevazione. L’aggiunta dell’angolo di elevazione contribuisce a generare un’immagine 3D della situazione del traffico, con informazioni sulla velocità. In questo modo crea un rilevamento ad alta risoluzione dell’ambiente che in autostrada aiuta a individuare una coda in galleria e a frenare se necessario. Ma non solo, il radar 4D di ZF è ottimizzato per individuare il ciglio della strada e le aree libere di passaggio lateralmente. Ha un range di 350 metri e un angolo di apertura di +/-60 gradi, progettato per il traffico lento in città fino alla guida su strade di campagna e autostrada.

L’elevata densità di informazioni del Full Range Radar consente di riconoscere oggetti in modo molto dettagliato, spiega ZF. Ad esempio, riceve circa 10 punti dati da un pedone rispetto agli uno o due dei comuni radar automotive. Questo plus consente di elaborare informazioni più precise poiché i radar registrano la velocità dell’oggetto misurato per ogni punto di misura. “Il Full-Range Radar può riconoscere il movimento di arti individuali – permettendo al sensore di riconoscere potenzialmente in quale direzione stia camminando il pedone”.

 

Fonte: https://www.sicurauto.it/news/sistemi-di-sicurezza/zf-avvia-la-produzione-del-radar-4d-ecco-come-funziona/