Una delle novità di Horizon Europe è il nuovo approccio ai partenariati europei con i paesi dell’UE, il settore privato, le fondazioni e altri stakeholder, con l’obiettivo di rispondere alle sfide globali e alla modernizzazione industriale attraverso sforzi congiunti di ricerca e innovazione.

Proposta tra gennaio e giugno 2020 dalla Commissione Europea, è in fase di costituzione la nuova Agenda Strategica per la Ricerca e l’Innovazione (SRIA) per sostenere il partenariato europeo sulla CCAM (Connected, Cooperative and Automated Mobility), nell’ambito di HORIZON EUROPE.

PIARC ITALIA è già entrata a far parte del partenariato CCAM, insieme ad un’elevata diversità di attori, pubblici e privati, con una copertura geografica in tutta Europa.

La nuova SRIA costituirà il documento che descrive in dettaglio la strategia del partenariato su come ottenere gli impatti previsti, il portafoglio di attività, risorse e tempistica.

In breve, la natura della nuova Associazione:

– L’Associazione cercherà solo obiettivi comuni, in linea con gli impegni del partenariato e a beneficio di tutta la comunità degli stakeholder. Non fornirà specifici vantaggi per i soci singoli e i soci non dovranno cercare di ottenere specifici ritorni dalla loro appartenenza. Ad esempio, essere membro dell’associazione non garantisce di ottenere progetti e finanziamenti dal partenariato.

– L’Associazione firmerà il Memorandum d’intesa con la Commissione Europea a nome della comunità degli stakeholder, stabilendo gli obiettivi e l’attuazione del partenariato.

Fra i criteri di ammissibilità (art. 5.1 dello Statuto):

  • Essere in grado di dimostrare attività rilevanti nel campo della ricerca e sviluppo e/o test e dimostrazioni, e/o l’impiego delle tecnologie e servizi coperti dal partenariato CCAM.
  • Condividere e sostenere gli obiettivi dell’Associazione CCAM.
  • Impegnarsi a contribuire all’Agenda Strategica per la Ricerca e l’Innovazione del partenariato CCAM.

 

A cura di Daniela Pastore

CCAM Partnership SRIA