L’asfalto che ricarica gli EV in movimento, per induzione,  sarà sviluppato e sperimentato in Italia, sulla A35 Brebemi. Sarà una rivoluzione in prima assoluta mondiale, resa possibile dalla partnership fra 11 delle principali aziende italiane e tre Università.

Il progetto è stato ufficializzato a seguito della firma da parte di: Autostrada A35 Brebemi-Aleatica; ABB; Electreon; FIAMM Energy Technology; -IVECO; IVECO Bus; Mapei; Pizzarotti; Prysmian; Stellantis; TIM; Politecnico di Milano; Università Roma Tre; Università di Parma.

La collaborazione, si legge in un comunicato, è «finalizzata a creare le condizioni per lo sviluppo di un innovativo sistema di mobilità delle persone e delle merci a zero emissioni lungo corridoi di trasporto autostradali».

L’ imponente cordata fra alcune delle principali aziende e Università italiane lavorerà nei prossimi mesi per sviluppate nuove tecnologie più efficaci e più efficienti di alimentazione per automobili, autobus e veicoli commerciali elettrici «mediante carica induttiva dinamica senza contatto». Perciò i veicoli si ricaricheranno istantaneamente transitando su un tratto d’asfalto dotato di dispositivi elettromagnetici in grado di trasferire elettricità alle batterie wireless.

L’unicità di questo rivoluzionario progetto, spiegano i firmatari, è «veder scendere in campo congiuntamente, per la prima volta al mondo, un pool di importanti realtà industriali internazionali affiancate da prestigiose Università e Istituzioni, con lo scopo di analizzare tutti i dati che emergeranno durante i prossimi mesi di lavoro e di studio relativi a questa avveniristica tecnologia».

Se questa sperimentazione avrà successo, potrebbe rappresentare l’inizio del definitivo superamento del principale limite della trazione elettrica, vale a dire l’insufficiente autonomia e l’ansia della ricarica.

Il progetto prevede la costruzione di un anello di asfalto di 1.050 metri alimentato con una potenza elettrica di 1MW, denominato “Arena del Futuro”. Sarà situato in un’area privata dell’autostrada A35 in prossimità dell’uscita Chiari Ovest. L’applicazione della tecnologia “Dynamic Wireless Power Transfer” riguarderà diverse gamme di veicoli elettrici, in ambiente statico e dinamico.

La connettività avanzata, mediante tecnologie 5G e IoT (Internet of Things) garantirà la massima sicurezza stradale e ottimizzerà la produttività dei veicoli commerciali. Una pavimentazione stradale specifica la renderà più  durevole e non altererà l’efficienza della carica induttiva.