CT 4.3 Opere in Terra

PRES - Mittiga2

Presidente
Ing. ENRICO MITTIGA
Responsabile Unità Operativa Gallerie, Area Infrastrutturale Rete – Direzione Operativa – Anas S.p.A.

Enrico Mittiga è laureato in Ingegneria Civile Edile presso l’Università di Roma “Tor Vergata”, laurea conseguita nel 1996. Dopo un breve periodo come contrattista di ricerca presso detta Università ed alcune esperienze professionali come assistente alla Direzione Lavori per opere di grande edilizia, dal 1997 al 2002 ha lavorato come ingegnere progettista geotecnico presso SGI – Studio Geotecnico Italiano Srl di Milano. Successivamente, dal 2003 al 2005 ha avuto un periodo di impiego presso Technip Italy S.p.A. nel campo della progettazione di opere civili per impiantistica industriale; con la medesima Società ha partecipato alla preparazione dei documenti di gara per l’affidamento della progettazione definitiva, esecutiva e realizzazione lavori per l’attraversamento stabile dello Stretto di Messina.

A partire dal 2005 e fino al 2019 è stato funzionario presso Anas S.p.A. – Direzione Centrale Progettazione (poi Direzione Progettazione e Realizzazione Lavori, ora Direzione Tecnica) con il ruolo di responsabile tecnico nell’area specialistica Geotecnica, Gallerie e Monitoraggio. A partire dal 2019 e fino al 2022, sempre in Anas, è stato responsabile del Settore Tecnico Specialistico Geotecnica e Gallerie presso la Direzione Progettazione e Realizzazione Lavori. A partire dal 2022 è responsabile dell’Unità Operativa Gallerie all’interno dell’Area Infrastrutturale Rete della Direzione Operativa.

  • presidente del Comitato Tecnico Italiano “Opere in Terra” di PIARC – Associazione Mondiale della Strada, ruolo ricoperto a partire dal 2012 e riconfermato per il quadriennio 2024-2027
  • socio dell’AGI – Associazione Geotecnica Italiana
  • socio della SIG – Società Italiana Gallerie
  • socio del CIFI – Collegio Ingegneri Ferroviari Italiani
VICE - Bongio5

Vicepresidente
Ing. Piero Bongio

Technical Authority – Geologia e Geotecnica – Tecne S.p.A.

Le infrastrutture stradali presentano sul territorio nazionale un elevato sviluppo lineare e le opere in terra (rilevati, trincee, ecc) e le strutture geotecniche (opere di sostegno, fondazioni, ecc.)  interessano una percentuale rilevante dell’intero sviluppo.

Frequentemente le opere in terra, in virtù anche del complesso e articolato assetto geologico e geomorfologico del territorio italiano, intercettano aree interessate da fenomeni di dissesto idrogeologico (cinematismi di instabilità, crolli, ecc.), zone potenzialmente soggette a fenomeni di liquefazione, interessano terreni altamente compressibili e caratterizzati da ridotte proprietà: per tale ragione l’ingegnere geotecnico è chiamato a risolvere problematiche di rilevante difficoltà ingegneristica.

Data l’elevata numerosità degli aspetti legati al dimensionamento degli interventi geotecnici e delle opere in terra, si è deciso di concentrare gli sforzi su alcuni specifiche iniziative legate ad aspetti di rilevante interesse che trovano diffusa applicazione nella pratica professionale.

La prima attività da svolgere è quella di redigere un glossario completo ed esaustivo relativo agli aspetti legati alla progettazione, verifica e realizzazione dele opere in terra, in modo da consentire a tutte le figure coinvolte di impiegare un “linguaggio comune” durante i processi e gli iter di dimensionamento, costruzione e di coordinamento gestionale di dette opere.

I membri del Comitato 4.3 “Opere in Terra” hanno deciso di concentrare l’attenzione verso problematiche serie e complesse come la verifica degli scavi provvisionali a cielo aperto e la determinazione dell’effettivo regime delle spinte delle terre sulle opere di sostegno in condizioni statiche ed in condizioni sismiche.

Di particolare interesse saranno anche gli approfondimenti collegati all’applicazione di modellazione numerica avanzata per l’identificazione di procedure di progettazione «sicura» ed «economica» di rilevati e trincee.

Il Comitato Tecnico 4.3 “Opere in terra” si troverà ad operare in collaborazione con altri Comitati Tecnici, consapevole dell’importanza dei contributi legati ad un approccio multidisciplinare nello studio del mondo infrastrutturale. Le possibili sinergie potranno coinvolgere i seguenti Comtati Tecnici:

  • CT 3.3 «Gestione del patrimonio» per le tematiche di gestione delle opere in terra,
  • CT 4.1 «Ponti» per l’interazione opere d’arte-opere in terra,
  • CT 4.4 «Gallerie» per l’interazione opere d’arte-opere in terra,
  • CT 4.6 «Standard di progettazione stradale» per le tematiche relative alle procedure di progettazione.
Ing. MITTIGA Enrico Presidente Anas S.p.A.
Ing. Bongio Piero Vicepresidente Tecne S.p.A.